spacer

Sysresccd-manual-it How to install SystemRescueCd on harddisk

History


Introduzione

L'idea è installare gli strumenti SystemRescueCd in una partizione Linux per ripristinare facilmente il proprio sistema in caso qualcosa andasse storto. Si disporrà di un sistema installato che funziona come un altro sistema linux installato da altre distribuzioni. Se si desidera semplicemente di poter eseguire SystemRescueCd dal proprio hard disk, e avere una entry nel proprio bootmanager (Lilo o Grub), c'è un metodo più semplice, che è spiegato nel prossimo capitolo.

ATTENZIONE: questa operazione può rendere il sistema inutilizzabile se non vengono seguite strettamente le istruzioni in basso.


Uso

Tutto il lavoro è processato dal CDRom ufficiale SystemRescueCd. Ciò significa che occorre masterizzare la versione ufficiale e avviare con essa il proprio computer.


procedura

passo-01: Creare una nuova partizione

Bisogna ridimensionare la partizione esistente e quindi creare una partizione ext2fs vuota. Nota: al momento è supportata solo ext2fs.

gparted

Supporrò che ora si ha una partizione NTFS /dev/hda1 e una partizione ext2 /dev/hda2. E' necessario adattare questo alla propria configurazione.

passo-02: Montare la nuova partizione

mount /dev/hda2 /mnt/custom

passo-03: Estrarre i files correnti dall'immagine cloop

sysresccd-custom extract-nosizecheck
rm -rf /mnt/custom/customcd/isoroot
mv /mnt/custom/customcd/files/* /mnt/custom
cp /etc/inittab /mnt/custom/etc/
rm -rf /mnt/custom/customcd

passo-04: Copiare il kernel SystemRescueCd

cp /mnt/cdrom/isolinux/rescuecd /mnt/custom/boot

passo-05: Personalizzare l'installazione sul proprio hard disk

Aggiungere questa linea a /mnt/custom/etc/fstab file

/dev/hda2  /  ext2  errors=remount-ro  0  1

Copiare questo file da /usr/share/sysresccd/hdinstall/lilo.conf.in a /mnt/custom/etc/lilo.conf

lba32
boot = /dev/hda
map = /boot/.map
prompt
install = /boot/boot-menu.b
delay = 50
vga = normal
default=win
image = /boot/rescuecd
   root = /dev/hda2
   label = sysrcd
   read-only
   nocdroot
other = /dev/hda1
   label = win
   table = /dev/hda

ATTENZIONE: non dimenticare di sostituire /dev/hda1 e /dev/hda2 con i propri valori se si vuole che il proprio sistema si avvii.


passo-06: Eseguire lilo

mount -t devfs none /mnt/custom/dev
chroot /mnt/custom lilo
umount /mnt/custom/dev


passo-07: Smontare la nuova partizione

umount /mnt/custom


Cambi all'avvio

All'avvio, si dovrebbe avere un prompt come questo: LILO 22.5.1 Ciò significa che LILO è installato e in esecuzione. Se si attende che il conto alla rovescia termini (circa 5 secondi), il target di default verrà lanciato. Con il precedente file lilo.conf, sarà Windows. Se si desiderasse provare la nuova partizione SystemRescue, premere il tasto shift sinistro. Si avrà:

LILO 22.5.1 boot:

Quindi inserire "sysrcd". Se non si ricorda la propria lista di target, premere il tasto tab, e LILO lo mostrerà:

LILO 22.5.1 boot:
win	sysrcd
spacer